Capitolo Primo

Gli Albori

Nella stanza del Park Hotel di New York,   reduci dalla maratona, addentavamo I maxi panini che Belloni, gia` ex atleta, ci aveva gentilmente portato dal bar sottostante.

Era il 1990, inizi Novembre. Chi vi scrive era in compagnia di Rocco, che continuava a scuotere la testa: " MA SEI SICURO ? " , domandava insistentemente a censessanta ( alias Giorgio Montanari) "Si , sono sicuro".Si parlava di un compagno di club, che aveva tagliato il percorso e giunto avanti a tutti noi sul traguardo della maratona della grande mela . "Cosi` non va` bene" scosse la testa Rocco.Era troppo fresco, sembrava un ballerino davanti all’ascensore,dopo la maratona noi invece, eravamo distrutti.Aveva tagliato ! Un affronto da un compagno di club ….

Qualche mese prima, il club era arrivato secondo ai campionati italiani di corsa campestre, ma il club non aveva voluto riconoscere il valore di questa impresa,errore  perche` gli sportivi vanno gratificati, anche se arrivano ultimi."Cosi` non va bene " scosse la testa Rocco.

Fra noi della nouvelle vouge, noi giovani, ci si trovava bene, spontaneamente,si usciva in compagnia, si gareggiava, e forse eravamo troppo frizzanti per il nostro club, che era di classico stampo inglese e gia` sull’aereo, al ritorno, si mormoreggiava." Cosi` non va` bene " scosse la testa Rocco.

Eppure si era invitato il Marco Vantini che, entusiasta aveva convinto me` ed il Boos ( Willy Bonini ) a fare tredici chilometri a piedi, per andare a mangiare in una specie di self-service Messicano, le zampe di gallina ai peperoni piccanti, beh, New York si concluse con tanti ricordi e propositi, nella testa e nel cuore di ciascuno di noi.

Milano, scenario cambiato. Eravamo in dodici, padrone di casa incluso,Paolino DiGiovanni, ammucchiati intorno ad un tavolo, ci si ospitava con il gusto di stare assieme parlare,discutere,confrontare le idee insomma,il classico scenario prerivoluzione.

E rivoluzione fu`.Improvvisamente, il vulcano  erutto`, lo champagne sgorgo` , il latte  sbolli`  fuori dal pentolino."Creiamo una societa` tutta nostra " Siiiiiii !  All’unisono. Willy, Laura, Cinzia, Paolino, Valerio, Romolo, Manuela, Ed altri tre` ( li cerchiamo chi sono?), furono I fondatori del Gruppo sportivo Montestella.

Era il 4 Dicembre del 1990." Cosi` va` bene " disse, a testa alta Rocco.

pag.1


Il Nostro gruppo prende il none dal luogo dove la maggior parte dei primi soci si allenavano e dove ancora tuttora la maggior parte dai soci si incontrano per il loro momento sportivo, ecco perciò una breve storia di come è nata la Montagnetta di San Siro.  Leggi

 

Alcuni Fondatori del G.S.Montestella

-Laura Pace-

-Rocco ventrice-

-Valerio Caso-

-Paolo Arcidiacono-

 

- Pagina seguente -